Funghi riscaldanti, meglio elettrici o a gas?

I funghi riscaldanti sono delle particolari stufe, elettriche o a gas, che devono il loro nome alla forma che assomiglia a un fungo. Si rendono particolarmente utili per riscaldare ambienti esterni, dove non c’è niente di meglio di queste particolari stufe per riscaldare verande, giardini o altre pertinenze a cielo aperto o semi-aperto dell’abitazione. Questi prodotti,  diffondono il calore in modo istantaneo e uniforme dando da subito una piacevole sensazione di relax. Ma come scegliere il miglior fungo riscaldante? La scelta impone di dare la preferenza a due opzioni: funghi riscaldanti a gas o elettrici. Le stufe elettriche devono necessariamente essere collegate a una spina di corrente, una volta azionate diffondono il calore per irraggiamento, quindi il tepore emanato dal ‘fungo’ si avvertirà in modo più intenso standogli vicino.

Dato il minimo ingombro dei modelli elettrici, se ne consiglia l’utilizzo anche dentro casa, senza alcun pericolo, dato che sono prodotti testati a garanzia di massima sicurezza. In alternativa ai funghi riscaldanti elettrici si possono scegliere i modelli a gas, decisamente più autonomi in quanto non dipendono dalla presenza di una presa elettrica e, al tempo stesso, in grado di erogare più calore in confronto agli altri. Questa tipologia, però, a differenza dei funghi elettrici può essere usata solo fuori casa per non correre il rischio che la stufa sprigioni fumi e sostanze inquinanti. A differenza degli altri, inoltre, i funghi riscaldanti a gas sono molto più ingombranti, perché devono mettere in conto anche lo spazio destinato all’alloggiamento della bombola del gas che occupa uno spazio rilevante, anche se si scelgono le bombole meno capienti e più compatte.

Pertanto, prima di acquistare un fungo riscaldante a gas, si suggerisce di valutare sempre prima se c’è spazio in giardino o terrazzo per ospitare il nuovo arrivato. Ci si riallaccia a questa considerazione proprio per esaminare l’aspetto delle dimensioni dell’apparecchio, da scegliere in base alla metratura dello spazio, interno o esterno, da riscaldare. Altro parametro basilare è la potenza, che incide sulle prestazioni di modelli più o meno riscaldanti. Nei migliori modelli è presente un regolatore di temperatura che consente di impostare il grado voluto.