Idropulsore; modelli fissi e portatili

Per ottenere una migliore igiene del cavo orale, esattamente come se fossimo appena usciti dal dentista, possiamo dotarci di un idropulsore. E’ uno strumento che riesce ad igienizzare la bocca e al tempo stesso va diminuisce placca e gli eventuali batteri. Lo possiamo trovare in commercio in diversi modelli molto compatti, comodi da tenere negli scaffali del bagno e utilizzarli tutti i giorni. Ma non solo ad oggi infatti l’idropulsore può essere sia fisso, sia portatile, per averlo sempre con noi anche in viaggio.

L’idropulsore di per sé ha una tecnologia semplice ed efficace al tempo stesso, ci permette di pulire il cavo orale curando anche l’igiene delle gengive. Tutto sommato è una macchina piuttosto semplice da azionare ed effettua un lavaggio tramite getti di acqua pulsata all’interno della bocca. L’acqua pulsata fornisce una pulizia profonda e al tempo stesso viene indicata per chi è insofferente ad altri metodi o soffre di gengive sensibili e non vuole utilizzare il filo interdentale. Di regola è bene utilizzare questo strumento sempre ed esclusivamente dopo lo spazzolino, non può sostituire assolutamente lo spazzolamento con il dentrifricio, ma può aiutare nella cura complessiva.

L’idropulsore ha una una pompa d’acqua che spruzza getti pulsati nella bocca, il getto viene indirizzato da alcuni particolari beccucci. Quando acquistiamo un idropulsore troviamo anche una serie di beccucci diversi fra loro, che quindi si adattano ad ogni nostra esigenza di pulizia e sono specifici per il solco gengivale e lo spazio interdentale. Se pensiamo di utilizzare tutti i giorni l’idropulsore, è consigliato munirsi di un modello fisso. I modelli fissi sono leggermente più ingombranti da inserire negli scaffali del bagno, ma sicuramente sono ottimali per un utilizzo quotidiano. Altresì se invece non abbiamo bisogno di un modello troppo potente, e non lo utilizzeremo tutti i giorni, si può scegliere un idropulsore portatile. Sicuramente sarà più maneggevole e leggero e consentirà comunque di avere ottimi risultati.

Ovviamente in entrambi i modelli possiamo comunque regolare il getto d’acqua in base alle nostre esigenze o anche alla sensibilità delle nostre gengive. Se siamo affetti da un’ infiammazione temporanea non è il caso di usare l’idropulsore, questo per evitare di arrecare ulteriore fastidio. Se volete sapere di più su i vari modelli visitate il sito http://sceltaidropulsore.it/