Pentole a pressione adatte al lavaggio in lavastoviglie

È sempre più comune ormai che le case moderne, o anche quelle più antiche ma recentemente rimodernate, siano dotate di una lavastoviglie. La lavastoviglie, grazie a determinati programmi pensati appositamente, permette non solo di lavare una grande quantità di piatti, pentole, posate e stoviglie in genere, ma anche di farvi risparmiare acqua, energia elettrica e tempo, ottenendo inoltre un pulito superiore a quello ottenibile lavando il tutto invece a mano e con il minimo sforzo. Basterà infatti caricare correttamente la lavastoviglie, operazione che, nei primi tempo, potrebbe anche richiedere del tempo per essere effettuata nel modo giusto, dal momento che i piatti, posate, ma soprattutto pentole, contenitori vari e bicchieri vanno necessariamente posti in un determinato modo per assicurare che i getti d’acqua possano colpire e quindi lavare, in ogni punto, l’intero oggetto, altrimenti al termine del ciclo di lavaggio potrà rimanere dello sporco in alcuni punti.

Nonostante la lavastoviglie rappresenti un metodo facile e veloce per risparmiare tempo prezioso nel lavaggio della maggior parte degli utensili utilizzati nella propria cucina, vi sono alcuni accorgimenti che è bene tenere presente e rispettare per potersi assicurare una pulizia sempre perfetta, e poter allungare quanto più possibile la vita della vostra lavastoviglie. Innanzitutto, tutti gli oggetti che vengono introdotti all’interno della lavastoviglie non devono presentare residui di cibo e devono essere sommariamente risciacquati sotto l’acqua corrente prima di essere posti nella lavastoviglie, per evitare che lo sporco possa riempire e quindi bloccare i filtri della lavastoviglie, causando non solo cattivo odore, ma impedendo anche alla lavastoviglie di funzionare perfettamente.

Un’altra cosa molto importante da tenere presente è che non tutti i materiali e gli oggetti presenti ed utilizzati nella vostra cucina sono adatti ad essere lavati con la lavastoviglie: è sempre bene, infatti, controllare tra le stoviglie che si possiedono ed anche al momento dell’acquisto di nuovi prodotti, che i materiali con cui sono stati realizzati li rendano adatti al lavaggio in lavastoviglie. Questo discorso vale anche nel caso delle pentole a pressione: benché la prevalenza di metallo tra i materiali in cui vengono realizzate le pentole a pressione possano far pensare che queste siano automaticamente adatti al lavaggio in lavastoviglie, è necessario sempre controllare che vi sia presente un simbolo o una dicitura, solitamente incisa sulla base della pentola a pressione. Maggiori informazioni sul sito Pentola-pressione.it.